Tirocini

La nostra Agenzia formativa ha come obiettivo primario quello di formare i ragazzi (e non solo) e inserirli nel mondo del lavoro .
Negli anni si è sempre più affinato il servizio di orientamento che consiste nell’offrire ai propri “allievi” e ai soggetti che lo richiedono consulenza su tecniche di ricerca attiva del lavoro, ricerca di offerte formative e lavorative, stesura di curriculum e preparazione a colloqui di lavoro (culminato con i Servizi al Lavoro) .
Uno strumento che, recentemente, si è rivelato molto efficace ai fini dell’inserimento lavorativo è stato il Tirocinio.
 

TIROCINI

 
I tirocini formativi e di orientamento sono promossi in favore di coloro che hanno già assolto il diritto-dovere di istruzione e formazione, e mirano ad agevolarne l'inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro attraverso un'esperienza professionale presso un'azienda o  un ente pubblico.   
 
Il tirocinio può rilevarsi un’esperienza altrettanto positiva anche per le persone adulte, per coloro che hanno perso un'occupazione o che sono usciti dal mercato da molti anni e che, attraverso tale esperienza, hanno un’occasione concreta per riprendere contatto con il mondo produttivo e del lavoro, con l’obiettivo di un prossimo reinserimento.
 
Il tirocinio è uno strumento vantaggioso anche per l'azienda che può utilizzarlo per la selezione del personale in vista di eventuali assunzioni. Esso infatti non si configura come un rapporto di lavoro, prevede un contributo spese (indennità di partecipazione o borsa di studio a secondo della tipologia di tirocinio) ma non l'obbligo di assunzione finale del tirocinante.
 
Al termine del tirocinio l'azienda è tenuta solo a certificare l'esperienza svolta dal tirocinante, che può avere valore di credito formativo. 
 
La durata massima del tirocinio varia a seconda del beneficiario ed è così stabilita:
  • 4 mesi - per studenti di scuola secondaria 
  • 6 mesi - per inoccupati o disoccupati ivi compresi i lavoratori in mobilità, per allievi di istituti professionali di Stato, di corsi di formazione professionale, studenti frequentanti attività formative post-diploma o post-laurea (anche nei 18 mesi successivi al conseguimento del titolo corrispondente alla formazione seguita) 
  • 12 mesi - per persone svantaggiate ai sensi della legge 381/91 
  • 24 mesi - per disabili   
 
Il tirocinio si realizza sulla base di un'apposita convenzione tra l'azienda che ospiterà il tirocinante e l'ente promotore (VCO Formazione).
 
Alla convenzione deve essere allegato il progetto formativo e di orientamento che indica gli obiettivi, i tempi e le modalità di svolgimento del tirocinio, nonché l’indennità di partecipazione (se previsto e non finanziata con progetti pubblici) a carico dell'azienda, la posizione Inail (a carico dell'Azienda) e il numero della Polizza di Responsabilità civile (a carico di VCO Formazione).
L’indennità di partecipazione è fissata dalla normativa vigente ed ha un valore che va dalle 300,00 euro (per un impegno orario settimanale fino a 20 ore) alle 600,00 euro (per un impegno orario settimanale da 20 a 40 ore).
 
In Piemonte il tirocinio formativo e di orientamento, di inserimento/reinserimento è normato dalla L.R. 34/2008 artt. 38-41 e da successiva D.G.R. n. 100-12934 del 21/12/2009 SOSTITUITA dalla D.G.R. n° 74-5911 del 3 giugno 2013 (Pubblicata sul BU25 il 20/06/2013), la quale disciplina anche l’istituzione del tirocinio estivo. 
 
Esistono diverse tipologie di tirocinio: 
 
  • Tirocini formativi e di orientamento 
    finalizzati ad agevolare le scelte professionali e a migliorare l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro mediante l’esperienza formativa a diretto contatto con il mondo del lavoro. I destinatari sono coloro che escono da un percorso di studi, entro e non oltre 12 mesi dal conseguimento di uno dei seguenti titoli: 
    • diploma di scuola secondaria di primo grado;
    • qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale
    • diploma di istruzione secondaria superiore; 
    • laurea (triennale e magistrale) e titoli equipollenti; 
    • master universitari di I e II livello; 
    • dottorati di ricerca e titoli equipollenti. 
 
  • Tirocini di inserimento/reinserimento al lavoro 
    finalizzati a percorsi di inserimento/reinserimento nel mondo del lavoro. 
    Si rivolgono a: 
    • inoccupati, ivi compresi i soggetti descritti nella prima tipologia di tirocinio; 
    • disoccupati (anche in mobilità o percettori di ASPI); 
    • lavoratori sospesi in regime di cassa integrazione sulla base di specifici accordi in attuazione delle politiche attive del lavoro per l’erogazione di ammortizzatori sociali. 
 
  • Tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento 
    Rivolti a: 
    • disabili di cui all’articolo 1, comma 1, della legge n. 68/99; 
    • persone svantaggiate ai sensi della legge n. 381/91 art.4 co.1 (Disciplina delle cooperative sociali), compresi i condannati in condizione di detenzione o ammessi a misure alternative di detenzione, nei limiti stabiliti della vigente legislazione penitenziaria; 
    • persone particolarmente svantaggiate ai sensi della DGR del Piemonte n. 54-8999 del 16 giugno 2008 e della DGR del Piemonte n. 91- 10410 del 22 dicembre 2008 ( donne soggette a tratta, rom, senza fissa dimora). 
    • richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e umanitaria. 
 
  • Tirocini estivi 
    promossi durante la sospensione estiva delle attività didattiche a favore di adolescenti o giovani, iscritti ad un ciclo di studi presso un istituto scolastico o formativo o l’università.
    I tirocini estivi possono essere attivati oltre che da scuole, università o agenzie formative anche dagli altri soggetti promotori individuati dalla L.R. 34/08.
    Non vi è l’obbligo di un compenso economico, è possibile prevedere però, da parte dell’azienda ospitante, una borsa di studio
 
 
Ai sensi del D.M. 30 ottobre 2007, dal 1° marzo 2008 le attivazioni e le conclusioni dei tirocini devono essere registrate on line sull’apposito sistema Geco, istituito a livello nazionale e regionale a seguito della Legge 27 dicembre 2006 (Finanziaria 2007), che ha disposto appunto l’obbligatorietà dell’invio on line della comunicazione di instaurazione, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro, nonché dei tirocini.
 

MODALITA’ di attivazione TIROCINIO ESTIVO o DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO e INSERIMENTO REINSERIMENTO

 
Qualora siate interessati all'attivazione di un tirocinio potete mandare una mail all'indirizzo tirocini@vcoformazione.it specificando la natura della richiesta, sarete ricontattati dalla responsabile del servizio con cui potrete approfondire eventuali problematiche e risolvere eventuali dubbi.
 
I tirocini estivi o di formazione e orientamento, per questioni organizzative interne, avranno come data di inizio il LUNEDI’ della settimana successiva alla presentazione della richiesta (decorreranno comunque almeno 5 giorni lavorativi dalla ricezione).
 

OBBLIGHI PER L'AZIENDA

 
Ricordiamo, inoltre, che poiché i tirocinanti ai fini della normativa antinfortunistica del D.Lgs.81/08 e smi sono da considerare “lavoratori equiparati” la visita medica “preventiva” va effettuata dall’azienda ospitante prima di adibire il lavoratore alle attività per le quali, la valutazione dei rischi, ha evidenziato un rischio comportante l’obbligo di sorveglianza sanitaria.
 
Per eventuali chiarimenti in merito, a seguito di richiesta di chiarimento all'indirizzo sopra indicato si riceverà un nota informativa  rilasciata dal nostro Servizio di Prevenzione e Protezione oppure si invita a rivolgersi alla Direzione Provinciale del Lavoro o all’ASL territoriale.
 
Le copie di convenzione e progetto formativo saranno inviate tramite email, o recapitate a mano prima dell’avvio del tirocinio. Dovranno essere tenute in azienda e rese disponibili per eventuali controlli da parte degli organi competenti (Ispettorato del Lavoro, ecc.) 
 
Per tale servizio (pratiche amministrative: convenzione, progetto, pagamento Polizza Responsabilità civile,  monitoraggio….) il nostro ente se non inserito in un progetto (es. GG) chiederà un compenso all’azienda che dovrà essere versato prima dell’inizio del tirocinio.
 
Si precisa che al tirocinante l’azienda potrà versare la quota stabilita per l’indennità di partecipazione (se prevista) direttamente al soggetto, come da progetto formativo (la pratica sarà gestita direttamente dal commercialista dell’azienda ospitante).
 

MONITORAGGIO

Un nostro operatore/trice periodicamente effettuerà un contatto telefonico o personale per monitorare l’andamento del progetto e verificare la frequenza del tirocinante. A tal proposito si chiede all’azienda l’invio via fax (032363774) o via mail (tirocini@vcoformazione.it) della scheda presenze tirocinante MENSILE debitamente compilata e firmata nelle sue parti. 
Al termine del percorso verrà compilata una scheda di valutazione e una certificazione di competenze. 
 

CESSAZIONE ANTICIPATA

Nel caso in cui il tirocinio dovesse cessare prima della data stipulata sia da parte del tirocinante che da parte dell’azienda, dovrà pervenire una comunicazione scritta, anche tramite mail, dell’avvenuta cessazione specificando la data e le motivazioni.
 

INFORTUNIO

Nel caso in cui si verifichi un infortunio l’azienda, dovrà, previo contatto telefonico al 320/8394648, far pervenire una comunicazione scritta, anche tramite mail, dell’accaduto specificando la data e le modalità, allegando moduli di ricovero ecc. per permetterci di fare le comunicazioni obbligatorie. 
 
Per ogni eventuale dubbio/chiarimento si prega di contattare il seguente numero 032363949 o inviare mail a tirocini@vcoformazione.it
 
 
 
Riferimenti:
Dott.sa Claudia Cerini
Tel. 0323/63949 – 840241 tirocini@vcoformazione.it